La visita otorinolaringoiatrica è una valutazione medica specialistica non dolorosa.

In particolare, a discrezione del medico e a seconda della necessità del paziente, potrebbero essere eseguiti i seguenti esami aggiuntivi:

  • Otoscopia, mediante di uno strumento denominato otoscopio, che permette di valutare, all’interno dell’orecchio, la membrana timpanica e il condotto uditivo esterno
  • Una rinoscopia, esame che viene eseguito con un sottile endoscopio a fibre ottiche e che permette di esplorare l’interno del naso le porte di comunicazione con le cavità paranasali il rinofaringe e l’apertura delle tube di Eustachio
  • Una palpazione del collo per escludere la presenza di tumefazioni sospette
  • Un esame audiometrico tonale e impedenzometrico: permettono di studiare in modo esauriente la funzionalità uditiva del paziente dando informazioni sulla soglia uditiva e sulla capacità di vibrazione del timpano.